Meteone
Siamo abituati ai colpi di coda dell'Inverno, di solito nel mese di Marzo o al massimo i primi di Aprile, ma quello della prossima settimana è un evento ancora più raro ed è accaduto 3-5 volte negli ultimi 100 anni. Si tratterà di un irruzione di matrice Artica ad Aprile inoltrato (18-20 Aprile), con possibili nevicate a bassissima quota (al Nord addirittura fin quasi in Pianura).

Excursus Storico Episodi freddi e nevosi tardivi: ultimi 40-50 anni.

EpisodioNevoso2003Negli ultimi 40-50 anni è accaduto solamente nel:
  • 1973 (20-21 Aprile): nevicata e freddo storico per il Centro-Nord dell'Italia, con accumuli a Bologna e nevischio addirittura alle porte di Roma. 
  • 1991 (17-18 Aprile): nevicata storica su tutto il Nord Italia. Furono imbiancate Torino e Milano e caddero ben 20cm a Bologna. 
  • 2001 (Pasqua 14-15 Aprile): nevicò con accumuli fin sulla costa abruzzese, nevicò a Viterbo e la neve raggiunse le porte di Roma. Si tratta dell'episodio nevoso più tardivo che si ricordi per le zone costiere e di pianura del Centro Italia.
  • 2003 (9 Aprile): nevicata storica che riuscì a portare circa 10cm sulla costa barese da Monopoli a Bari, fiocchi anche a Brindisi e Lecce (per la costa pugliese è sicuramente l'evento più freddo e nevoso che si ricordi a memoria d'uomo).
  • 2015 (7-8 Aprile, Pasqua cadeva il 5 Aprile): nevicata che coincide sempre col periodo pasquale, precisamente dopo pasquetta, e la neve cadde fino a quote collinari (400m) sul Sud Italia, imbiancata la murgia barese.
*Si ricordano altre nevicate tardive, ma per quanto riguarda le zone coinvolte, la quota neve e la portata del freddo, di entità sicuramente minore rispetto alle sopra citate. 

PREVISIONI 18-20 Aprile 2017: Aria Artica e neve a bassa quota!

Giungiamo finalmente alle previsioni per questa prossima ondata di freddo tardiva. Visto il periodo si andrà a collocare nei primi posti, tra il 1973 e il 1991. Per le zone coinvolte c'è ancora dell'incertezza, inseriamo l'ipotesi più accreditata dai modelli numerico previsionali, ma vi consigliamo di seguirci nei prossimi giorni per ulteriori aggiornamenti.
 
ColpoDiCodaInverno2017-1
 
FASE 1 - Ingresso dell'Aria Artica dalla Porta della Bora Martedì 18 Aprile con la formazione di un minimo profondo sul Nord Italia, temporali violenti associati a forti grandinate sulla Pianura Padana e sulle coste dell'Alto Adriatico.
 
Nevicate a quote basse - Crollo della quota neve entro sera fino a bassa quota sul Nord/Est e Medio-Alto Adriatico (Quota neve sui 400-500m). Tra la notte e il mattino di Mercoledì 19 la quota neve scenderà ulteriormente assestandosi sulla bassa collina (200-300m), sempre sul Medio-Alto Adriatico. Accumuli nevosi solamente oltre i 300-400m. Non escludiamo nelle precipitazioni più intense episodi nevosi fino in Pianura sulla fascia Adriatica del centro-nord Italia. Gli accumuli relegati in collina, ma fiocchi e episodi nevosi coreografici che raggiungeranno la pianura, con grandinate miste a neve tonda possibili fin sulle coste.
 
ColpoDiCodaInverno2017-2
 
FASE 2 - Tra Mercoledì 19 e Giovedì 20 il minimo si sposterà lentamente verso sud/est, interessando anche il Sud Italia e in modo particolare il Medio-basso Adriatico, con temporali e forti grandinate su Molise, Puglia, Campania, Basilicata e Calabria settentrionale.
 
Nevicate a quote medie - Episodi nevosi in Appennino Dauno, Gargano, Appennino molisano e lucano (e da non escludere l'AltaMurgia barese) fino a quote di 500-600m. Accumuli oltre gli 800m.
 
VENTI FORTI E MARI AGITATI - Tutto il periodo sarà interessato da forti venti di Bora, Grecale e Tramontana (anche sui 80-100km/h), e mari da agitati a molto agitati. Le temperature saranno quelle tipicamente invernali e anche in pianura si andrà difficilmente oltre i 10°C. 
 
 
 
Discussione Utenti
Re: E fu Inverno: Neve e freddo fuori stagione! -- Geloneve
Thursday, 20 April 2017 05:29
-1,3°c la temperatura minima con brinata qui a San Biagio (RA), nella pianura tra Faenza e Forlì, con cielo variabile e vento assente.

Senza la presenza parziale ma continua delle nubi (come è successo, invece, ad esempio, sui reparti centro-occidentali regionali), la temperatura sarebbe potuta scendere anche a -2°c.
Questa temperatura è la seconda più bassa di aprile da quando ho la stazione meteo (dicembre 2010): la più bassa rimane -2,2°c dell'08/04/15.
Risulta essere anche la temperatura negativa più tardiva di sempre (da annotare, comunque, i +0,6°c con brinata il giorno 18 maggio 2012).

[img]https://scontent.fmxp1-1.fna.fbcdn.net/v/t1.0-9/18034301_10203071119775160_1626834559922959102_n.jpg?oh=6089696ae67261ef741c132cd7c6b246&oe=5996E1E7[/img]

Ultimo bollettino

Martedì 16 Maggio 2017 - 17:41

Temporali al Sud prossime 24H, poi migliora. Da Giovedì temporali al Nord!

Come già accennato nei giorni scorsi, stiamo vivendo una settimana abbastanza dinamica. Mentre al Centro-Nord abbiamo assistito a un temporaneo... Leggi tutto

Allerte Italia

Ass. "Meteo Puglia e Basilicata"
C.F. 91094850723
Altamura (BA) - CAP 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.