Meteone

Lunga fase mite e umida, che dovrebbe continuare anche per il resto di Novembre, con continui affondi artici occidentali e correnti meridionali verso la nostra Penisola. A Dicembre però l'Inverno potrebbe ruggire sin da subito!

Premessa - Ricordiamo che le previsioni stagionali si basano sull'analisi di indici climatici, non possono assumere valenza previsionale, ma sono in grado solamente di tracciare una tendenza generale degli schemi barici che si potrebbero creare sul nostro Continente. 
Novembre mite e piovoso
PATTERN BARICO - La lunga fase mite e umida che si è venuta a creare tra ottobre e i primi giorni di Novembre dovrebbe perdurare sull'Europa anche per il resto del mese. Sull'Europa stiamo infatti assistendo a ripetuti affondi artici sul comparto occidentale, se non addirittura in pieno Atlantico, mentre sul comparto orientale assistiamo a un blocco alto pressorio che non permette alle perturbazioni la normale traslazione da ovest verso est. Le depressioni in affondo sull'Europa occidentale si spostano verso il Mediterraneo centrale, apportando forte maltempo sulla nostra Penisola, soggetta a poderosi richiami caldo-umidi dal Nord Africa. 
Nov2018Mite
GLI INDICI - Il tutto è da imputarsi a una QBO (Quasi-biennial oscillation) in picco negativo all'altezza di 50mb (che favorisce forti scambi meridiani) in concomitanza della MJO (Madden-Julian Oscillation) in fase 1 e prevista in fase 2/3 (che favorisce gli scambi meridiani occidentali). 
 
PROSEGUO DI NOVEMBRE - Dovremmo assistere a una reiterazione di questo modello barico sul nostro continente almeno fino a fine mese, probabilmente intervallato da brevi pause anticicloniche che dovrebbero interessare più l'Italia meridionale. 
A Dicembre il ruggito dell'Inverno
GLI INDICI - Per il primo mese invernale (ricordiamo che l'Inverno meteorologico parte il 1° di Dicembre), gli indici climatici previsti sono: QBO a 50mb in fase negativa, MJO che dovrebbe marciare verso la fase 7/8, Nino in fase debole (tendente al moderato), fase di minimo solare. Gli indici AO e NAO in questa situazione dovrebbero risultare negativi. 
Dic2018Freddo
PATTERN BARICO - Ci aspettiamo ulteriori affondi meridiani, ma con una tendenza crescente nel spostarsi verso l'Europa centro-orientale. In parole povere le correnti miti e umide che stanno caratterizzando questo Autunno, verrebbero sostituite in modo graduale da quelle più fredde settentrionali. Affondi artici, se non artico-continentale, che potrebbero dare il via all'Inverno 2018 già dalla prima/seconda decade di Dicembre. 
 
DICEMBRE NEVOSO?  Se dovessero essere confermate queste prospettive, la neve potrebbe fare la sua comparsa a media e bassa quota già nella prima e seconda decade di Dicembre. Come già detto sono tendenze e non previsioni, addirittura ci sono siti che già prevedono le "zone" interessate da eventi nevosi, pura fantasia...
 
 
© Produzione riservata meteone.it
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.