Meteone
 

Nonostante l'estate sia vicina, sul massiccio del Pollino resistono tracce di neve oltre i 2mila metri di quota. La situazione sarebbe migliore rispetto alle ultime annate.

Sul Pollino resistono delle "pennellate" di bianco. Come testimoniato dalle foto concesse da Gabriele Atripaldi e Andrea Pizzini, infatti, a metà maggio resistono ancora dei nevai oltre i 2mila metri di quota (precisamente a 2225 m.slm), non lontano dalla vetta che è invece a 2248 m.slm.
 
Siamo precisamente nella parte più a sud del massiccio del Pollino, al confine tra Basilicata e Calabria: qui troviamo uno dei nevai più meridionali dell'intero Vecchio Continente. Le tracce di neve in alcuni punti sono decisamente consistenti e dipingono il paesaggio creando un'atmosfera inusuale e affascinante tra il bianco della "dama bianca" e il verde segno della primavera che avanza.
 
 
 
 
Non ci sono rilevazioni ufficiali o un archivio di foto che potrebbe permettere un confronto certo e preciso con le altre annate. Ma stando al racconto di esperti del posto, come per esempio gli escursionisti autori delle foto, la situazione di quest'anno è positiva: la neve che resiste, sia come quantità che come profondità, è sicuramente maggiore rispetto alle ultimissime annate.
 
 
 
 
 
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Giovedì 14 Giugno 2018 - 08:36

Bollettino meteo | Giornata instabile, in arrivo forti temporali: rischio di fenomeni violenti e grandinate

Il transito di una goccia fredda  attiverà una spiccata instabilità su entrambe le nostre regioni. Attesi temporali anche di forte... Leggi tutto

Allerte

nessunaallertameteo

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.