Meteone
300px-Chaparral Supercell 2Giugno 2011, dopo la grave penuria d'acqua del bimestre aprile-maggio, ha riportato addirittura in surplus idrico temporaneo buona parte del Nord: gli accumuli in data 7 giugno erano già di per sé consistenti e in molti casi ben oltre media mensile. Il giorno 8, però, si è verificato un caso davvero particolare: una violenta cella, nata nei dintorni di Boffalora e Magenta, si è sviluppata assai in fretta e scarica tutta la sua furia nel basso milanese, colpendo quindi anche la mia casa. Giornata nel complesso variabile in mattinata, con frequenti corpi nuvolosi : ma è nel primo pomeriggio che noto una notevole cumulogenesi (anche con fibrillazione e pileus, sintomi di elevata instabilità).
 
- Il Racconto della Giornata
 
Alle 14.50 circa sento due tre tuoni lontani, ma cade qualche goccia, capace di bagnare appena il suolo. Qualcosa cambia però verso le 17: da sud-ovest noto un primo rovescio, che si sposta direttamente verso nord, bagnando di nuovo appena appena la mia zona.
1
A un certo punto, però, noto che il vento spira in senso opposto alla direzione di marcia del temporale principale: brutto segnale, supercella!
3
Ecco una rapida sequenza di immagini che testimoniano ciò che ho visto: da sud si avvicina una shelf cloud, sempre più minacciosa. Si notano i rovesci assai intensi su Rozzano, ma quello che colpisce la mia vista è il muro d'acqua oltre la shelf, che sta già interessando Corsico. Quest'ultima diventa maestosa:
 

Shelf Cloud

4

Zoom Shelf Cloud

5

Il muro d'acqua si avvicina...
6
Alle 17.34 si scatena il finimondo: in pochissimi minuti le strade diventano fiumi, interessate da una intensità di ben 327 mm/h (ma si son superati i 400 a Corsico) e il frastuono dei continui fulmini è davvero musica per le mie orecchie!
Verso le 17.50 comincia una fitta grandinata dalle dimensioni però assai ridotte, circa come piselli. La temperatura da 22,2°C scende a 16,1°C causa grandine, accompagnata da raffiche non troppo sostenute, raramente superiori ai 30 km/h.
7
Il cielo post diluvio è ricco di fractocumuli, compagni fedeli dei temporali che danno ingenti quantità di acqua: la mia postazione segnala 52,7 mm, ma si toccano gli 80 a Corsico e i 70 a Ossona. È interessante notare che a Milano zona Est non ha quasi colpito, relegando circa 10 mm e non più di 40-60 mm/h: ben poca roba rispetto a ciò che ho misurato! A ogni modo, la cella ha colpito forte la provincia centro-meridionale, con accumuli sui 30-50 mm su larga parte del parco agricolo sud.
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Allerte Italia

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.