Meteone

Alla scoperta del fenomeno dello StratWarming. Un fenomeno molto importante ai fini del tempo nell’emisfero boreale, soprattutto per quanto riguarda la stagione invernale. I primi studi, il perché del fenomeno, e l’importanza ai fini predittivi. La Rubrica verrà curata da Marco Giordano e si dividerà in parti, che vedranno la pubblicazione a distanza settimanale. Buona lettura…

Parte 1: la composizione dell’Atmosfera Terrestre

01 - Struttura atmosfera

L’atmosfera terrestre, l’involucro di gas che riveste il nostro pianeta ha una massa di 5 x 10^18 Kg, tre quarti della quale è contenuta nei primi 11 km di altitudine. Costituita dal 78% di Azoto, 21% di Ossigeno, 1% di Argon e il restante 1% di altri gas.

L’atmosfera è suddividibile in più strati, o sfere, ricavata dall’inversione del gradiente termico verticale, che dal basso in ordine di altezza sono: troposfera, stratosfera, mesosfera, termosfera, ionosfera ed esosfera.

Nella Troposfera avvengono quasi tutti i fenomeni meteorologici, contiene l’80% della massa gassosa e il 99% del vapore acqueo, riscaldata dalla superficie terrestre, la temperatura diminuisce con l’altitudine fino a circa -55°C della tropopausa. L’aria degli strati più bassi, che tende a salire, genera grandi correnti convettive da cui origina la circolazione terrestre.

La Stratosfera sovrastante la Troposfera arriva ad un’altezza di 50-60 km, avviene un’inversione termica fino alla temperatura di 0°C dovuto alla presenza di ozono.

La Mesosfera va dai 50 ai 90 km di quota, la temperatura riprende a diminuire fino ad un valore compreso tra i -70°C e i -90°C.

La Termosfera sovrastante la Mesosfera si contraddistingue per l’aumento termico con la quota, fino ad una temperatura di 1000°C ad un’altezza di circa 300 km.

La Ionosfera è la sfera in cui i gas atmosferici sono ionizzati, esposta direttamente alla radiazione solare che “strappa” gli elettroni dagli atomi e dalle molecole. La temperatura a causa dell’irraggiamento solare arriva a 1700°C. Al confine con la mesopausa avvengono le aurore polari. Riflettendo le onde radio, aiutandole a propagarsi, la ionosfera riflette una grande importanza nelle telecomunicazioni.

L’Esosfera è la parte più esterna dell’atmosfera terrestre sfuma verso lo spazio interplanetario e comprende parte delle fasce di Van Allen.  Costituita principalmente da Idrogeno ed Elio, particelle del vento solare catturate dalla magnetosfera terrestre. La temperatura raggiunge i 2000°C (temperatura cinetica), portando alcune molecole a perdersi nello spazio, raggiungendo la velocità di fuga (11,2 km/s).

Fine Parte 1, nella prossima parte inizieremo a sondare il campo dello stratwarming. Buon proseguimento su Meteone…

 

Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Martedì 10 Aprile 2018 - 11:25

Bollettino meteo | Forte maltempo al Nord, Giovedì peggiora anche al Centro-Sud

Ancora 72 ore di forte maltempo sulle regioni settentrionali. La fase atlantica non si placa, con continue perturbazioni atlantiche. Giovedì... Leggi tutto

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.