Meteone

Si parla tanto di Strat Warming nel web e delle possibili conseguenze in Europa e sull'Italia. C'è chi rilancia gelo e neve a fine mese e chi vede un Gennaio gelido. Cosa c'è di vero e cosa è frutto di sensazionalismo?

Come ogni anno la stratosfera è un'osservata speciale da parte dei meteorologi, perchè forti raffreddamenti e riscaldamenti possono giocare un ruolo determinante sull'Inverno dell'emisfero boreale.
 
I primi studi e osservazioni continue del comparto stratosferico sono iniziate nel 1951 con Richard Scherhag, gli studi sono relativamente "giovani" per cui molte dinamiche che legono stratosfera e troposfera sono ancora oggetto di studio approfondito. 
 
Per chi vuole approfondire - Accenni storici e spiegazioni su come avvengono questi riscaldamenti, potete trovarli CLICCANDO A QUESTO LINK, scorrendo in basso, nella sezione titolata "Stratosfera", potrete anche addentrarvi nelle varie carte che i meteorologi usano per l'individuazione di questi riscaldamenti o raffreddamenti.
COSA STA ACCADENDO IN STRATOSFERA ORA?
Nei prossimi giorni assisteremo a un forte riscaldamento stratosferico alla quota di 10hpa (e le relative quote superiori fino a 1hpa). La mappa qui sotto mostra il fortissimo riscaldamento fino a +8°C (parliamo di un riscaldamento di oltre 70°C). 
 
StratoRisc24Dic2018
 
La graduale propagazione del riscaldamento alle quote inferiori, andrà a "ferire" il vortice polare troposferico, che splitterà a latitudini inferiori. Le classiche correnti zonali (da ovest verso est), verranno sostituite da correnti antizonali (da est verso ovest), sono quelle che tecnicamente chiamiamo "retrogressionei". In soldoni significa che l'aria più gelida sul polo si sposterà a latitudini più temperate.
 
splitnosplit
 
Attualmente però è impossibile decifrare con precisione dove e come questa aria gelida andrà a colpire. In aiuto ci vengono i classici indici climatici. La MJO (Madden-Julian Oscillation), nel periodo di propagazione del riscaldamento dalla stratosfera alla troposfera (prima decade di Gennaio), dovrebbe proseguire la sua marcia in fase 7-8, questo potrebbe favorire la partenza della Wave2 (l'anticiclone azzorriano), che andrebbe a convogliare l'aria gelida "splittata" dal polo verso l'Europa. 
LE PREVISIONI PER I PIU' PROFANI: IRRUZIONE GELIDA PER GENNAIO?
In termini profani significa che il Riscaldamento stratosferico in propagazione in troposfera, grazie al sostegno dell'Azzorre, potrebbe causare per la prima decade di Gennaio una sensibile irruzione di aria polare verso l'Europa.
 
Attualmente è impossibile capire il target della colata gelida: Europa occidentale, centrale, orientale?
 
Certamente una MJO di buona magnitudo in fase 7-8 potrebbe favorire la zona centrale dell'Europa, ma le strade che si vengono a creare davanti a queste irruzioni a vasta scala, sono così tante, che parlare di zone colpite a livello europeo è già un azzardo, figuriamoci a livello italiano (come tanti siti di meteorologia o giornalistici purtroppo stanno facendo).
 
Gennaio2019
E PER FINE ANNO: E' VERO CHE ARRIVA IL GELO?
Sui siti di meterologia si sta parlando anche molto di una possibile irruzione di fine anno? Facciamo chiarezza:
NOTA BENE: una potenziale irruzione di fine anno non è assolutamente legata al riscaldamento stratosferico, di cui abbiamo parlato precedentemente, perché troppo prematura. 
 
1. Una potenziale irruzione a fine anno è "intravista" a lungo termine da alcune corse modellistiche. Ma una carta di un modello numerico previsionale a 340 ore ha la stessa valenza della carta igienica.
 
2. Cosa c'è di vero? Di vero c'è, che nel comparto orientale nei prossimi giorni continuerà ad ammassarsi aria gelida dal Polo. Quando il comparto orientale russo-siberiano si raffredda notevolmente è sempre un potenziale per un "invernata in grande stile" per le nostre lande. Ma ci sono altri fattori che bisogna considerare: lo sbarramento dell'anticiclone delle Azzorre alle miti correnti atlantiche e la sua possibile invadenza nel Mediterraneo. 
 
3. I fattori di maggior dubbio per fine anno sono proprio l'invadenza dell'anticiclone delle Azzorre nel Mediterraneo, che più che un invernata ci potrebbe regalare un periodo mite e di beltempo (con nebbie).
 
Quindi diffidate SEMPRE di previsioni oltre la soglia fatidica dei 3-5 giorni, oltre non sono previsioni ma un buttar a indovinare.
 
Capodanno2018
 
 
 
© Riproduzione riservata
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo Bollettino

Bollettino Meteo | Temporali al Nord, caldo crescente al Centro-Sud

Situazione ribaltata: il Nord finalmente respira, al Sud invece inizio settimana con caldo crescente. Attenzione forti temporali sulle regioni settentrionali con rischio grandinate.

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.